Royale' Creative

facebook twitter vimeo

Tendenze

Pitti Uomo: alla corte di Zegna parola d'ordine "braghe"... preferibilmente corte!

Al Salone fiorentino della moda maschile sfila in passerella la tendenza per l'estate 2015, bermuda e shorts su cui puntano anche le collezioni di Lardini, Roy Rogers e Au jour le jour Garcon. Per un uomo sempre pił esibizionista della propria fisicitą
Francesca Nanni - 21/06/2014
Titolo: Collezione Z Zegna 2015
Fonte: ©indigitalitalia.com
Bermuda o addirittura shorts, corti quanto basta mostrare polpacci e ginocchia, da indossare rigorosamente sotto una giacca slim. E questa la tendenza modaiola per la prossima estate 2015 salita in passerella a Pitti Uomo nelle collezioni di Z Zegna, Lardini, Roy Rogers e Au jour le jour Garcon. Una nuova divisa formale per un uomo giovane, attento ai dettagli e alla cura del proprio corpo e che ama seguire le tendenze. È questo il target a cui hanno pensato tante aziende protagoniste dell'86ma edizione del Salone fiorentino della moda2014.

Una sorta di richiamo al passato, ai tempi in cui soprattutto del dopoguerra nel vestiario femminile, le gonne si accorciavano per risparmiare sui tessuti. Oggi, nonostante la forte contrazione economica mondiale, la carenza della materia prima c'entra poco. È più la voglia di cambiamento dei gusti ad emergere, il fatto di adeguarsi ad un clima che sempre più tropicale che non ci appartiene ma che, invece, domina preponderante in tutto il globo. È il fatto di vivere in una società dei costumi che vede il 'maschio' diventare sempre più esibizionista della propria fisicità.


[La collezione di 'Au jour le jour Garcon'. Foto: ©Giovanni Giannoni]

Ecco allora gli shorts dominare la passerella di 'Au jour le jour Garcon', linea al debutto disegnata dai nuovi enfant terrible della moda, Mirko Fontana e Diego Marquez, ospiti di Pitti Italics, che hanno fatto sedere gli invitati nella sala dell'ex Dogana, su veri banchi di scuola, prestati dal liceo classico statale Michelangiolo di Firenze. E uno 'scolaretto' quello che sfila, un giovanotto spiritoso e raffinato che sceglie gli shorts abbinati alla giacca stampata con automobiline, lettere dell'alfabeto, leoni, meduse o rinoceronti. Un tipo che sceglie un guardaroba fatto di completi dal taglio sartoriale, realizzati però nei tessuti rubati alla couture femminile, in colori brillanti come rosso, verde, giallo e bluette, pennellati con stampe e ricami di paillettes su fondi bianchi o celesti. 


[Lo stile bermuda-gaucho del brand Lardini nella visione di Nick Wooster]

Sulle 'braghe corte' punta anche Z Zegna, il marchio di abbigliamento del gruppo di Trivero biellese. Ospite d’onore di questa edizione di Pitti Uomo, la collezione realizzata a quattro mani dai due designer interni Paul Surridge e Murray Scallon, rilancia una nuova estetica, dove vince uno stile formale, urbano, intrecciato allo sportswear. Un'immagine che non tralascia le esigenze di un giovane uomo che vuole indossare per la prima volta un abito di qualità e sceglie una giacca ben tagliata fatta con un eccellente tessuto, con un parka multitasche abbinati ad un bel paio di shorts.

Giacca stretta e mono bottone, tirato, i pantaloni sono lunghezza bermuda-gaucho, sotto al ginocchio nella rilettura del marchio italiano Lardini, interpretato dall' americano Nick Wooster (ex fashion director di Bergdorf Goodman e di Neiman Marcus), che diventerà ambasciatore di Lardini negli Stati Uniti. Parola d'ordine per Wooster "imperfezione": così con le giacche monobottone, tiratissime, i suoi pantaloni vengono declinati in tante varianti slim, straight e con cavallo basso, in stile ghurka con pinces voluminose. A completare la gamma di pantaloni,  una serie di bermuda dai volumi estremi.

bullet hover email hover menu arrow