Royale' Creative

facebook twitter vimeo

Cronaca Moda

In Cina tutti pazzi per il platino

Dal 2000 il Paese asiatico è il maggior consumatore ed estimatore del pregiato metallo: nel 2009 vendute 11,34 tonnellate in più rispetto allo scorso anno. I segreti del business: la diminuzione del prezzo e il numero 9, propizio per le nozze.
Redazione/V - 12/10/2009
Fonte: dal web
Tutti pazzi per il platino, nelle affollate gioiellerie di Pechino e delle tante città della Repubblica Popolare cinese, in continua espansione nel mercato orafo. Dal 2000, infatti, il paese asiatico è il maggior consumatore ed estimatore del prezioso metallo che brilla nei colori cangianti del bianco e del grigio. E i punti vendita continuano a crescere a vista d'occhio a fronte di un aumento della domanda nel primo semestre 2009, con un picco che ha toccato 400mila once, 11,34 tonnellate rispetto al primo semestre dello scorso anno. 

Un business, ha spiegato Neville Nicolau, amministratore delegato di 'Anglo Platinum', il maggior produttore mondiale di platino, dovuto principalmente alla diminuzione del suo prezzo, ma anche alla minore differenza di costo rispetto all'oro. Il 2009, inoltre, in una Cina legata ancora a numeri e superstizioni, è un anno estremamente propizio per le coppie che vogliono coronare il loro sogno d'amore e che si scambieranno le fedi rigorosamente in platino. 

La risposta del mercato cinese sottolinea la forza del 'branding' di un metallo che riposa principalmente nei depositi alluvionali dei fiumi della Colombia, dell'Ontario, dei monti Urali e in alcune aree statunitensi, e che fa sempre più tendenza. Il mercato dei preziosi nella maggior parte dei Paesi occidentali, invece, continua a soffrire a causa della crisi economica, ma in Cina sembra inarrestabile la sua scalata verso la supremazia nel business dei 'luxury jewels'. 

La forte crescita della domanda, i cui prezzi sono rimasti stabili fino a oggi, è evidenziata da statistiche pubblicate dal 'Shanghai Gold Exchange' (SGE), fondato dalla Banca del Popolo cinese per svolgere le funzioni regolamentari previste dalle norme di gestione del 'Gold Exchange' e organizzare le transazioni in oro con i principi di trasparenza ed equità. Statistiche da cui emerge che il volume totale in once dell'ambito metallo venduto nel primo semestre è cresciuto del 81% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La stragrande maggioranza del commercio infatti ha come target il settore della gioielleria. 

A favorire il boom di acquisti, l'apertura di nuovi punti vendita e le molte ricorrenze che animano il paese asiatico: dal Capodanno Cinese a San Valentino, fino alla festività di maggio e ai matrimoni, ottime occasioni per regalare gioielli e preziosi. E visto che il 2009 è considerato un anno di buoni auspici per convolare a nozze, la Cina è stata letteralmente invasa dal profumo di fiori d'arancio e, naturalmente, le gioiellerie hanno fatto affari d'oro e continueranno a farne almeno fino a dicembre. Il numero 9 infatti simboleggia amore eterno e per di più, c'è stata una doppia luna nuova: una combinazione vincente per gli innamorati dagli occhi a mandorla che farà registrare un'impennata rispetto alle oltre 10 milioni di coppie che decidono di dirsi 'Sì' ogni anno. 

Il Registro dei Matrimoni cinese, nel 2008, ha raccolto scambi di fedi e promesse di 10,5 milioni di sposi, arrivando ad una crescita del 10,6% su base annuale. E il 2009 i matrimoni stanno registando una crescita del 6% arrivando quasi a 11,5 milioni, fino agli 11,82 del 2010. Sono anche aumentate le scorte del pregiato metallo, detenute dai produttori per soddisfare la crescente domanda, ha fatto notare James Courage, amministratore delegato di 'Platinum Guild International'. 

I consumatori cinesi ritengono che il platino sia il metallo più prezioso ed il gioiello nella ricercata lega ne è la scelta migliore. Da un sondaggio condotto da 'Millward Brown-ACSR', nel 2008 su mille donne con reddito elevato nella fascia di età 20-40 anni in cinque città cinesi, Pechino, Shanghai, Guangzhou, Chengdu e Shenyang è emerso che il 40% posiziona il pregiato metallo al primo posto per la scelta dei gioielli ed oltre il 50% lo indica come il proprio preferito.

Il platino è puro, ha una luminosità bianca e naturale ed è ideale per le pelli più sensibili. Resta inalterato nel tempo mantenendo il suo colore. È raro 30 volte più raro dell'oro, e questo  lo rende estremamente prezioso, esclusivo e particolare. È eterno: non si consuma e permette una tenuta sicura delle pietre incastonate; inoltre rappresenta la scelta perfetta da indossare ogni giorno, per tutta la vita, e le donne asiatiche ne sono consapevoli.


LINK
- Shanghai Gold Exchange

bullet hover email hover menu arrow