Royale' Creative

facebook twitter vimeo

Cronaca Moda

Valentino Fashion Group cede alle lusinghe dello Sceicco

Dall'11 luglio scorso la prestigiosa Maison italiana è ufficialmente proprietà della Mayhoola for Investments acquirente dell'intera partecipazione al brand. "L'obiettivo - dicono - è creare una più ampia presenza nel settore del lusso"
Emanuele Dorru - 13/07/2012
Non bastava aver comprato la Costa Smeralda, in Sardegna, lo scorso aprile. Lui, lo sceicco Hamad bin Kahlifa al-Thani, padrone indiscusso del Qatar, in Italia ha numerosi interessi e compartecipazioni che vanno dalle banche alle squadre di calcio. Ma qualcosa ancora mancava all'asso pigliatutto più ricco del mondo, ovvero il settore della moda. Ma non moda qualsiasi, bensì quella più elegante ed esclusiva in grado di attirare da sempre una clientela d'élite. Così, con un assegno di circa 700 milioni di euro, attraverso una delle società sue, la Mayhoola for Investments spc, l'11 luglio scorso l'Emiro ha acquistato l'intera partecipazione di Valentino Fashion Group. A cedere il brand, la società lussemburghese Red Black Lux, controllata per l'80 per cento dal fondo londinese Permira e per il 20 per cento dalla famiglia Marzotto.

Un bel colpo per lo sceicco, ma anche una boccata d'aria fresca per il Gruppo vista la crisi del settore ed anche del lusso in generale, soprattutto nell’ultimo anno, ed i momenti deboli della Maison, fortemente provata da anni di continue ristrutturazioni aziendali e periodi di assestamento sul mercato che, in qualche frangente, hanno reso difficoltoso il suo stesso sviluppo. Di fatto, attraverso l'acquisizione di Valentino Fashion Group, la Mayhoola acquisisce non solo il controllo del brand romano, ma anche della licenza Missoni. L'altro marchio gestito da Valentino Fashion Group, ovvero Marlboro Classics, è stato separato dalla cessione, restando in carico alla società Red Black. 

"Valentino è da sempre un marchio di grande fascino e di indiscusso posizionamento - fanno sapere dalla società Mayhoola -. Siamo rimasti colpiti dal lavoro fatto in questi anni dai direttori creativi della Maison Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli e da tutto il management team guidato da Stefano Sassi". "La loro capacità di coniugare l'estetica e i valori definiti dal fondatore Valentino Garavani con una visione contemporanea e sofisticata - hanno specificato i rappresentanti arabi -, ha reso il marchio estremamente attuale e con un grande potenziale di sviluppo". Così si scopre che l'obiettivo dei nuovi acquirenti "è quello di supportare il management al fine di raggiungere una piena valorizzazione delle prospettive di questo magnifico marchio. Crediamo inoltre - hanno aggiunto - che Valentino sia la base di partenza ideale per creare una più ampia presenza nel settore del lusso".

Soddisfatto dell'operazione anche il manager di Valentino Fashion Group, Stefano Sassi,
che ha sottolineato come il lavoro svolto finora abbia portato ad "una sensibile crescita del fatturato, pari a circa il 60 per cento tra 2009 e 2012". "L'attuale positiva evoluzione di Valentino - ha proseguito - potrà essere ulteriormente accelerata con il contributo del nuovo azionista". "Colgo l'occasione - ha concluso Sassi - per ringraziare il Fondo Permira e la famiglia Marzotto che hanno supportato il management team, permettendogli di realizzare importanti passi nella direzione dello sviluppo".

bullet hover email hover menu arrow